buzzoole code

Giardia nel cane: sintomi, prevenzione e terapia

Giardia nel cane
La giardia (scientificamente Giardia lambia) è un protozoo parassita invisibile a occhio nudo che infesta l’intestino di cani e gatti, causando problemi gastrointestinali. La patologia che si sviluppa, chiamata giardiasi o lambiasi, è piuttosto comune e può essere prevenuta e curata facilmente. Mi è capitato spesso di avere a che fare con dei cani con la giardia (e sicuramente se avete un animale domestico sarà successo o succederà anche a voi) e non c’è assolutamente nulla di cui allarmarsi. Ma vediamo insieme alcune informazioni importanti per conoscere meglio la giardia e la giardiasi nel cane. Buzzoole

Cause della giardiasi

La giardia si trasmette da un ospite all’altro tramite le feci, pertanto la modalità di contagio della giardiasi è tipicamente feco-orale, ovvero tramite l’assunzione via bocca di cibo o acqua contaminati dal parassita. Questi organismi unicellulari possono sopravvivere al di fuori dell’ospite per lunghi periodi di tempo (7 settimane nel terreno a 4°C e 11 settimane nell’acqua), specie se incistati.
Le fonti di contaminazione più comuni sono fontane, corsi ‘’acqua, feci di altri animali e scarichi agricoli.
Non sempre venendo a contatto con una certa concentrazione di giardia, il cane contrarrà la giardiasi, ma si tratta di una patologia molto comune nei luoghi affollati come i canili.
Cani in canile

Sintomi della giardiasi

Dopo un periodo di incubazione che dura in genere una o due settimane, iniziano a manifestarsi i primi sintomi di tipo gastrointestinale. I sintomi più comuni sono:

  • affaticamento
  • nausea
  • diarrea
  • inappetenza
  • vomito
  • dolori addominali
  • perdita di peso

Prevenzione della giardiasi

Non si può scongiurare completamente la giardiasi, ma è possibile ridurre il rischio di infezione da giardia.
Stagni, ruscelli, fiumi e altri corsi d’acqua sono tutti potenziali fonti di giardia. Evitare l’acqua di superficie potabile a meno che non sia stata bollita, trattata con iodio, o filtrata. Fare sempre attenzione a cosa e dove beve il vostro cane, così come a cosa mangia o raccoglie da terra.
Per evitare la diffusione della giardia e di altri parassiti, raccogliete sempre le feci lasciate dal vostro cane e gettatele nella spazzatura. Assicuratevi di evitare il contatto con le feci, utilizzando un guanto, un sacchetto o l’apposita paletta.

Diagnosi della giardiasi

Diagnosi della giardiasi
Il vostro veterinario potrà eseguire un rapido test sulle feci del vostro cane per vedere se ha la giardiasi. Si tratta di un esame molto veloce che viene eseguito di routine quando si adotta un animale, soprattutto se arriva dal canile e se si hanno bambini in casa.
Il veterinario vorrà escludere altre possibili cause di infezioni intestinali come una cattiva digestione, un problema di malassorbimento dei nutrienti o qualche malattia infiammatoria intestinale prima di raccomandare un’opzione di trattamento.

Terapia per la giardiasi

Nella maggior parte dei casi, la giardiasi guarisce da sola, ma è sempre bene far visitare il cane dal veterinario per evitargli inutili sofferenze. La giardia si cura facilmente e velocemente, con una terapia farmacologica orale indolore e che dura pochi giorni.

Giardiasi nell’uomo

Anche l’uomo, così come il cane, può contrarre la giardiasi, ma è difficile che la contaminazione avvenga direttamente dall’animale. Tipicamente può succedere quando le difese immunitarie sono più basse, nei periodi di forte stress o in concomitanza con altre patologie. I soggetti più facilmente esposti sono i bambini e gli anziani. È bene prestare attenzione in particolare alla manipolazione degli alimenti, che deve avvenire sempre in maniera igienica, lavandosi accuratamente le mani, soprattutto se si lavora in luoghi in cui i germi si diffondono facilmente.

(Visited 290 times, 2 visits today)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>